Controlli a tavolino e Pvc: le Ctr contro la Cassazione

Controlli a tavolino e Pvc: le Ctr contro la Cassazione

Controlli a tavolino e Pvc: le Ctr contro la Cassazione 150 150 Studio Infranca

di Giorgio Infranca e Pietro Semeraro

La consegna del processo verbale di constatazione (Pvc) è obbligatoria – a pena di nullità dell’avviso – anche in caso di verifiche a tavolino. Lo afferma la Ctr Emilia Romagna 317/7/2019 (presidente e relatore Di Ruberto) che, ponendosi in aperto contrasto con l’ormai consolidato dictum della Cassazione (24823/2015) , va a rinforzare le fila di quella giurisprudenza di merito non allineata che continua a interpretare l’articolo 12, comma 7, dello Statuto del contribuente (legge 212/2000) in modo più esteso e “sostanzialista” (in questo senso, Ctr Lombardia 2/27 e 3509/13 del 2017 , sul Sole 24 Ore del 20 febbraio e del9 novembre 2017 ).

La sentenza a Sezioni unite ha fortemente stretto le maglie del diritto al contraddittorio preventivo, escludendo l’esistenza di un generalizzato diritto dei contribuenti a essere interpellati prima della notifica di un avviso di accertamento. L’obbligo di consegna del Pvc, per la Cassazione, va circoscritto ai soli casi espressamente previsti dalla legge, ad esempio gli accertamenti basati sugli studi di settore o le verifiche in loco, e va previsto in generale solo in ambito di tributi armonizzati, in quanto direttamente discendente dall’ordinamento europeo. Anche in ambito Iva, l’omissione del contraddittorio comporta la nullità dell’atto solo quando il contribuente dimostri che, ove fosse stato interpellato, il procedimento avrebbe avuto esito diverso. La Consulta, poi, ha ritenuto infondate le questioni di legittimità relative all’assenza nel nostro ordinamento di un diritto al contraddittorio preventivo di portata generale (ordinanze 187, 188 e 189 del 2017). Da ultima, la Suprema corte (12094/2019) ha anche sostenuto che non sussiste alcun obbligo di consegna di un vero e proprio Pvc neppure in caso di accesso presso la sede del contribuente, essendo sufficiente la consegna di un mero verbale ricognitivo delle attività svolte (anche senza specifiche contestazioni)…

Leggi l’intero articolo

Per saperne di più, contattaci



Preferenze Cookies

Quando si visita questo sito, è possibile che le informazioni nel browser vengano memorizzate da servizi specifici, in genere sotto forma di cookie. Qui puoi modificare le tue preferenze. Vale la pena notare che il blocco di alcuni tipi di cookie potrebbe influire sulla tua esperienza utente e sui servizi che questo sito è in grado di offrire. Leggi la Privacy Policy per avere informazioni circa i tuoi dati personali raccolti.

Click to enable/disable Google Analytics tracking code.
Click to enable/disable Google Fonts.
Click to enable/disable Google Maps.
Click to enable/disable video embeds.
Questo sito utilizza i cookies per ottimizzare l'esperienza utente, principalmente da servizi di terze parti. Definisci le tue preferenze e/o acconsenti al nostro uso dei cookie.